La Casa. Lagrimis di Aiar e Soreli

Teatro Nuovo Giovanni da Udine Via Trento 4, Udine

Siro Angeli da Cesclans è uno degli operatori culturali più significativi nell’Italia del secondo dopoguerra. Poeta raffinatissimo, autore teatrale estremamente moderno, mai rappresentato in Friuli da compagnie professionistiche, rivive qui grazie all’allestimento di un suo testo giovanile. La casa racconta le vicende di una famiglia e della natura dei rapporti umani tra convenzione e ribellione, espiazione e colpa.

La Casa. Lagrimis di Aiar e Soreli

Cesclans. Casa di Siro Angeli Via della Fontana, Cesclans

Siro Angeli da Cesclans è uno degli operatori culturali più significativi nell’Italia del secondo dopoguerra. Poeta raffinatissimo, autore teatrale estremamente moderno, mai rappresentato in Friuli da compagnie professionistiche, rivive qui grazie all’allestimento di un suo testo giovanile. La casa racconta le vicende di una famiglia e della natura dei rapporti umani tra convenzione e ribellione, espiazione e colpa.

Recurring

Carlo e Nadia. Studio

Chiesa di Santa Maria di Corte Via Patriarcato 20, Cividale del Friuli

Carlo Michelstaedter, goriziano, è uno dei personaggi più affascinanti della cultura europea. Filosofo, scrittore, poeta e pittore si suicidò a soli 23 anni, nel 1910. C'è anche una straordinaria storia d'amore nella brevissima vita di Carlo Michelstaedter, e che è oggetto dello specifico studio ‘Carlo e Nadia’ diretto da Claudio De Maglio, quella che il protagonista di questo dramma visse a Firenze, dove studiava Belle Arti. Durante le lezioni alla ‘Scuola di nudo’ incontrò l'esule russa Nadia Baraden, anch'essa allieva dell'Accademia, bella ed elegantissima. Fu l'incontro-scontro tra due mondi. Lui filosofo individualista e ‘nietzchiano’, lei rivoluzionaria di estrazione marxista.

Recurring

Carlo e Nadia. Studio

Chiesa di Santa Maria di Corte Via Patriarcato 20, Cividale del Friuli

Carlo Michelstaedter, goriziano, è uno dei personaggi più affascinanti della cultura europea. Filosofo, scrittore, poeta e pittore si suicidò a soli 23 anni, nel 1910. C'è anche una straordinaria storia d'amore nella brevissima vita di Carlo Michelstaedter, e che è oggetto dello specifico studio ‘Carlo e Nadia’ diretto da Claudio De Maglio, quella che il protagonista di questo dramma visse a Firenze, dove studiava Belle Arti. Durante le lezioni alla ‘Scuola di nudo’ incontrò l'esule russa Nadia Baraden, anch'essa allieva dell'Accademia, bella ed elegantissima. Fu l'incontro-scontro tra due mondi. Lui filosofo individualista e ‘nietzchiano’, lei rivoluzionaria di estrazione marxista.

Recurring

Carlo e Nadia. Studio

Chiesa di Santa Maria di Corte Via Patriarcato 20, Cividale del Friuli

Carlo Michelstaedter, goriziano, è uno dei personaggi più affascinanti della cultura europea. Filosofo, scrittore, poeta e pittore si suicidò a soli 23 anni, nel 1910. C'è anche una straordinaria storia d'amore nella brevissima vita di Carlo Michelstaedter, e che è oggetto dello specifico studio ‘Carlo e Nadia’ diretto da Claudio De Maglio, quella che il protagonista di questo dramma visse a Firenze, dove studiava Belle Arti. Durante le lezioni alla ‘Scuola di nudo’ incontrò l'esule russa Nadia Baraden, anch'essa allieva dell'Accademia, bella ed elegantissima. Fu l'incontro-scontro tra due mondi. Lui filosofo individualista e ‘nietzchiano’, lei rivoluzionaria di estrazione marxista.

Carlo e Nadia. Studio

Sala Civica Piazza XXIV Maggio, 51BIS, Cormons

Carlo Michelstaedter, goriziano, è uno dei personaggi più affascinanti della cultura europea. Filosofo, scrittore, poeta e pittore si suicidò a soli 23 anni, nel 1910. C'è anche una straordinaria storia d'amore nella brevissima vita di Carlo Michelstaedter, e che è oggetto dello specifico studio ‘Carlo e Nadia’ diretto da Claudio De Maglio, quella che il protagonista di questo dramma visse a Firenze, dove studiava Belle Arti. Durante le lezioni alla ‘Scuola di nudo’ incontrò l'esule russa Nadia Baraden, anch'essa allieva dell'Accademia, bella ed elegantissima. Fu l'incontro-scontro tra due mondi. Lui filosofo individualista e ‘nietzchiano’, lei rivoluzionaria di estrazione marxista.

Carlo e Nadia. Studio

Teatro Giangiacomo Arrigoni Piazza del Popolo, 13, San Vito al Tagliamento

Carlo Michelstaedter, goriziano, è uno dei personaggi più affascinanti della cultura europea. Filosofo, scrittore, poeta e pittore si suicidò a soli 23 anni, nel 1910. C'è anche una straordinaria storia d'amore nella brevissima vita di Carlo Michelstaedter, e che è oggetto dello specifico studio ‘Carlo e Nadia’ diretto da Claudio De Maglio, quella che il protagonista di questo dramma visse a Firenze, dove studiava Belle Arti. Durante le lezioni alla ‘Scuola di nudo’ incontrò l'esule russa Nadia Baraden, anch'essa allieva dell'Accademia, bella ed elegantissima. Fu l'incontro-scontro tra due mondi. Lui filosofo individualista e ‘nietzchiano’, lei rivoluzionaria di estrazione marxista.

Carlo e Nadia. Studio

Teatro San Giorgio Via Quintino Sella, 4, Udine

Carlo Michelstaedter, goriziano, è uno dei personaggi più affascinanti della cultura europea. Filosofo, scrittore, poeta e pittore si suicidò a soli 23 anni, nel 1910. C'è anche una straordinaria storia d'amore nella brevissima vita di Carlo Michelstaedter, e che è oggetto dello specifico studio ‘Carlo e Nadia’ diretto da Claudio De Maglio, quella che il protagonista di questo dramma visse a Firenze, dove studiava Belle Arti. Durante le lezioni alla ‘Scuola di nudo’ incontrò l'esule russa Nadia Baraden, anch'essa allieva dell'Accademia, bella ed elegantissima. Fu l'incontro-scontro tra due mondi. Lui filosofo individualista e ‘nietzchiano’, lei rivoluzionaria di estrazione marxista.

Carlo e Nadia. Studio

Palazzo Lantieri Piazza S. Antonio, 6, Gorizia

Carlo Michelstaedter, goriziano, è uno dei personaggi più affascinanti della cultura europea. Filosofo, scrittore, poeta e pittore si suicidò a soli 23 anni, nel 1910. C'è anche una straordinaria storia d'amore nella brevissima vita di Carlo Michelstaedter, e che è oggetto dello specifico studio ‘Carlo e Nadia’ diretto da Claudio De Maglio, quella che il protagonista di questo dramma visse a Firenze, dove studiava Belle Arti. Durante le lezioni alla ‘Scuola di nudo’ incontrò l'esule russa Nadia Baraden, anch'essa allieva dell'Accademia, bella ed elegantissima. Fu l'incontro-scontro tra due mondi. Lui filosofo individualista e ‘nietzchiano’, lei rivoluzionaria di estrazione marxista.